MANTENERSI IN FORMA E’ SEMPLICE

L’attività fisica ha un ruolo importante nel garantire una buona salute e dovrebbe essere parte integrante di un sano stile di vita a tutte le età. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), per attività fisica si intende “qualunque sforzo esercitato dal sistema muscolo-scheletrico che si traduce in un consumo di energia superiore a quello in condizioni di riposo”.

Mantenersi in forma

Avere uno stile di vita “attivo” non significa praticare uno specifico sport o sottoporsi ad estenuanti esercizi in palestra, ma semplicemente muoversi di più nel corso della giornata mettendo in atto semplici accorgimenti che possono essere conciliati con i propri impegni giornalieri. Sicuramente uno dei più semplici da attuare è camminare, una pratica economica da poter svolgere in ogni spazio ed ambiente, che aiuta a vivere meglio e più a lungo. Camminare, infatti, oltre a favorire la perdita di peso ed il mantenimento del peso-forma, migliora la capacità respiratoria e la circolazione sanguigna, rafforza il sistema immunitario ed il sistema endocrino, riduce i livelli di colesterolo, aiuta a prevenire alcuni tipi di cancro (seno, colon), migliora l’umore riducendo stati di ansia e di stress.

Attualmente la frenesia e la sedentarietà che caratterizzano le nostre giornate, rendono spesso difficile lo svolgimento di una costante attività motoria (anche di una semplice camminata) ma, come riportato dalla recente letteratura scientifica, bastano soli 3,5 minuti di attività fisica ogni ora per ottenere benefici per la nostra salute.

Ciascun individuo, analizzando il proprio contesto quotidiano, può così individuare ed elaborare diversi metodi per effettuare più movimento sia nel posto di lavoro che nel tempo libero, come camminare per qualche minuto ogni ora nella propria stanza lavorativa, fare una passeggiata nella pausa pranzo, svolgere le riunioni in piedi, parcheggiare l’auto e/o scendere qualche isolato prima della sede di arrivo, prediligere le scale invece dell’ascensore, fare le faccende domestiche, praticare giardinaggio.

Il tempo minimo di attività fisica (movimento) richiesto è di 30 minuti giornalieri, da suddividere come si vuole nel corso della giornata.


ALIMENTAZIONE E CONTROLLO DEL PESO

Mantenersi in forma

Quando si segue una dieta (intesa come un regime alimentare in cui quantità e qualità degli alimenti sono prestabiliti), si ha la necessità di tenere sotto controllo il peso.

Pesarsi, però, non deve diventare un’ossessione; spesso le persone controllano il proprio peso in modo ossessivo, arrivando a salire sulla bilancia ogni giorno ed anche più volte in una stessa giornata, questo non fa che accrescere l’ansia e confondere le idee in quanto si ottengono spesso pesi diversi rispetto al risultato atteso.

Il peso, infatti, è soggetto a continue oscillazione e può variare di qualche chilo in più o in meno in base al grado di idratazione, al tipo di alimenti ingeriti, all’esercizio fisico compiuto, al livello di stress, alle fasi del ciclo femminile ed anche in base al momento della giornata in cui ci pesiamo. Tali variazioni, in realtà, non riguardano il peso ma la composizione della massa corporea che subisce continue modifiche in base alla quantità di liquidi che assumiamo, sia sotto forma di alimenti che di bevande.

La bilancia andrebbe utilizzata non più di una volta a settima stabilendo un momento preciso della giornata in cui pesarsi, è consigliabile la mattina, a digiuno e dopo essere andati in bagno, in tal modo il corpo, avendo eliminato i liquidi, risulterà più leggero.

Uno dei modi migliori per mantenere sotto controllo il peso corporeo è quello di rispettare la regola dei cinque pasti: colazione, spuntino, pranzo, merenda, cena.

IL CARNEVALE E LE TRASGRESSIONI ALIMENTARI

abbuffate a carnevale

Anche quest’anno siamo quasi a Carnevale, una festività che non ha una data fissa (varia da febbraio a marzo) e che ha il suo culmine nei giorni compresi tra il giovedì ed il martedì grasso che precede il mercoledì delle Ceneri, con cui inizia la Quaresima (la parola carnevale deriva dal latino “carnem levare”, che significa “eliminare la carne” stando ad indicare il banchetto che precedeva il periodo di astinenza e di digiuno della Quaresima).

Il Carnevale è il periodo delle maschere, del divertimento, delle trasgressioni e degli eccessi culinari, grande protagonista di questa festività è infatti il cibo, in particolare i dolci che rispondono ai più svariati nomi: castagnole, tortelli, schiacciate, zeppole, ravioli dolci, frappe, ecc… Dolci a base di farina, uova, lievito, burro, zucchero e liquore all’occorrenza, fritti nell’olio e spolverati con zucchero a velo. Per la loro composizione e per le modalità di cottura, l’apporto energetico varia dalle 400 alle 600 kcal per 100g, senza contare le varianti alla ricetta tradizionale con aggiunta di crema, ricotta, cioccolato ed altro ancora, che aumentano ulteriormente le calorie dell’alimento.

Cosa fare? Come poter conciliare gusto e tradizione senza generare sensi di colpa?

Il consiglio è quello di ridurre e dilazionare il consumo di dolci durante il periodo di Carnevale, tenendoli preferibilmente per la prima parte della giornata (colazione, spuntino di metà mattina o dopo pranzo) e limitandoli ai giorni di festa.

Prediligere il consumo di dolci tradizionali a quelli con aggiunta di creme ed altro.

Durante i giorni di festa, fare pasti più leggeri a base di verdura, legumi, pesce, carne magra e cereali di tipo integrale, limitando l’eccesso di calorie giornaliere.

Svolgere attività fisica: dopo aver mangiato, una bella passeggiata, magari in maschera, è sempre salutare.

Buon Carnevale!!

CREMA DI VERDURE

CREMA DI VERDURE

INGREDIENTI:

  • PATATE 100 g
  • SEDANO 60 g
  • FARINA FRUMENTO TIPO 00 5 g
  • CIPOLLE 5 g
  • PARMIGIANO 5 g
  • SALVIA
  • OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA 5 g
  • BRODO VEGETALE 200 g

Preparazione
SFILARE IL SEDANO DOPO AVERLO LAVATO. TAGLIARLO A RONDELLE
E STUFARLO INSIEME A CIPOLLA E SALVIA CON POCO BRODO
VEGETALE. QUANDO SI E’ RISTRETTO AGGIUNGERE LA FARINA,
FARLA IMBIONDIRE, QUINDI AGGIUNGERE LA PATATA E IL BRODO.
LASCIARE CUOCERE BENE CIRCA 30 MINUTI, RIDURRE A CREMA E SE
NECESSARIO, RIMETTERE SUL FUOCO PER ADDENSARE.SERVIRE CON
UN CUCCHIAINO DI PARMIGIANO.

Coscia di pollo al pomodoro

COSCIA DI POLLO AL POMODORO

INGREDIENTI:

  1. COSCIA DI POLLO 100 g
  2. POMODORI PELATI 30 g
  3. CIPOLLE 10 g
  4. VINO DA CUCINA 10 g
  5. OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA (*)
  6. BRODO VEGETALE 150 g

Preparazione
LASCIARE CUOCERE LA CIPOLLA IN POCO BRODO. UNIRE IL POLLO
E FARLO COLORIRE; QUINDI SPRUZZARE DEL VINO E LASCIARE CHE
EVAPORI. AGGIUNGERE I POMODORI PELATI UN GOCCIO DI OLIO DI
OLIVA E CUOCERE PER CIRCA MEZZ’ORA AGGIUNGENDO IL BRODO
ALL’OCCORRENZA.

 

(*) Alimenti ad alto contenuto energetico Quantita’ totale
OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA g 20